Ex Oratorio Madonna del Carmelo e del SS. Crocifisso - MuVi Lascari

Vai ai contenuti
Ex Oratorio della Madonna del Carmelo
Costruito nella seconda metà del XIX secolo, l’oratorio della Madonna del Carmelo fu sede dell’omonima confraternita ubicata in quella che un tempo era la via del Castello, oggi via Monte Carmelo, nell’area urbana denominata anche “Santa Maria del Castello”.
Non è escluso che il toponimo “castello” stia ad indicare la presenza in quella località dei resti di un’antica struttura fortificata, ipotesi suffragata dalle caratteristiche orografiche del territorio e della sua posizione geografica rispetto al mare ne costituirebbero un sito ideale.
Da alcuni importanti documenti custoditi nell'archivio storico comunale è possibile ricostruire parte della storia e della forma architettonica del manufatto.
Di modeste dimensioni, l’edificio realizzato con pietrame mista cementata con malta di calce, aveva una pianta rettangolare di metri 7,80 X 19,30 ad unica navata che terminava con un abside semicircolare ed un prospetto principale a cuspide con a destra un piccolo campanile.
Il portone d’ingresso, in legno di abete, di metri 1,25 X 3,15, era posto su due gradini al centro della facciata ed appoggiato su due pilastri di pietra calcarea lavorati con scalpello. Nella parte sovrastante trovava luogo una finestra di cm 80 X 120 con deliziosi vetri colorati a motivi geometrici e legatura a piombo, mentre ai suoi lati si trovavano due nicchie per l’alloggio di statue.
I prospetti laterali avevano sei alte finestre ad arco con vetrate colorate montate su telaio in legno.
All'interno si trovavano tre altari in muratura di cui quello principale al centro dell’abside dedicato alla Vergine del Carmine.
A partire dagli inizi del ‘900, l’edificio ancora incompleto, versava in un notevole stato di deperimento strutturale al punto che, con atto di cessione del 16 gennaio 1926, la confraternita decise di donare la struttura al Comune con la promessa di avere in cambio un nuovo locale per le riunioni e delle sepolture presso il costruendo cimitero di Lascari.
Con lettera del 16 agosto 1927, il Podestà di Lascari Domenico Abbate, conferiva al perito agronomo Tommaso Bonafede l’incarico per procedere alla valutazione del fabbricato della “Chiesa” della Madonna del Carmelo destinata ad essere trasformata nella sede di una nuova scuola per i bambini del paese, progetto quest’ultimo che non venne mai realizzato.
Negli anni ’50, con una nuova perizia dell’ingegnere Lanza, venne descritto lo stato di pericolo per la pubblica incolumità di tutte le parti ammalorate dell’edificio e con delibera del Consiglio Comunale del 12 febbraio 1955 fu decisa la sua demolizione facendo spazio ad una villetta pubblica.
Oggi l’intera area è stata ridisegnata da un progetto di riqualificazione urbana.




Lascari, Via Monte Carmelo, anno 1935.
In questa foto, in alto, si scorge il prospetto principale dell'Oratorio della Madonna del Carmelo.




Lascari, Via Monte Carmelo, anni ‘40.
In questa foto si scorge il sagrato dell'Oratorio della Madonna del Carmelo, la nicchia di desta presente nel prospetto principale, la scalinata d'ingresso con il bel portone in legno decorato.




Lascari, Via Monte Carmelo, anni '40.
In questa foto si scorgono una piccola porzione dell'abside e parte di una parete laterale dell'Oratorio della Madonna del Carmelo.




Lascari, Via Monte Carmelo, anni '40.
In questa foto si scorge una parte del muro in prossimità dell'ingresso dell'Oratorio della Madonna del Carmelo.


In basso, la ricostruzione ideale e schematica dell'Oratorio della Madonna del Carmelo a cura dell'arch. Salvatore Moncada
Ex Oratorio del SS. Crocifisso | oggi Municipio
Costruito nella seconda metà del XIX secolo, l’oratorio del SS.mo Crocifisso fu sede dell’omonima confraternita a testimonianza del forte legame dei lascaresi verso il culto del Crocifisso.
Da alcuni importanti documenti custoditi nell’archivio storico comunale è possibile ricostruire parte della storia e della forma architettonica del manufatto.
Di modeste dimensioni, l’edificio aveva una pianta rettangolare di metri 7,85 X 17,22 ad un’unica navata suddivisa in due ambienti da un’arcata appoggiata su piedritti squadrati di pietra arenaria, legati con malta, proveniente dalla locale cava di Lascari.
L’ambiente interno si presentava spoglio e con pochi decori, l’abside era di forma circolare col suo altare maggiore su cui era posto un Crocifisso ligneo.
Il fabbricato aveva un semplice prospetto costituito da pietra a vista e malta, un pavimento sterrato, una copertura a quattro campate in legno a due falde rivestita da coppi siciliani e un ingresso con portone in legno di metri 2,00 x 3,40 prospiciente l’attuale Piazza Aldo Moro.
A partire dagli inizi del ‘900, l’edificio ancora incompleto, versava in un notevole stato di deperimento strutturale al punto che, con atto di cessione del 16 gennaio 1926, la confraternita decise di donare la struttura al Comune con la promessa di avere in cambio un nuovo locale per le riunioni e delle sepolture presso il costruendo cimitero di Lascari.
Con lettera del 16 agosto 1927, il Podestà di Lascari Domenico Abbate, conferiva al perito agronomo Tommaso Bonafede l’incarico per procedere alla valutazione del fabbricato della “Chiesa” del SS. Crocifisso destinata ad essere trasformata nella sede del palazzo municipale.
In epoca fascista, tra il 1930 e il 1932, su progetto dell’ingegnere Mario Ovazza, venne costruita la nuova sede del Comune che inglobò il vecchio edificio dell’oratorio al nuovo corpo di fabbrica. Ancora oggi, all'interno del municipio è possibile osservare parte di alcuni volumi architettonici riferiti all'abside e alle spesse mura dell’oratorio.




L'Oratorio del SS. Crocifisso trasformato in palazzo municipale. Foto anni '30 del '900.
+39 329 29 19 878 (Mob)
+39 0921 60 15 49 (Uff)
muvilascari@gmail.com

© Copyright 2013 - 2024 | Tutti i diritti riservati
È vietata ogni forma di riproduzione, digitale, cartacea e a mezzo web delle fotografie e dei testi, sia parziale sia totale,
senza il consenso dell'Associazione Il Girasole aps o della Direzione del MuVi Lascari.
Ideazione e progetto | Salvatore Ilardo

CONTATTI
Via Indipendenza n. 8 - 10/A
90010 Lascari (PA)
E-mail: muvilascari@gmail.com
COMUNE DI LASCARI


Torna ai contenuti